Menu Home

Articolo 31: che storia!!

articolo31_italiano_medio

Gli Articolo 31 nascono a Milano. J.Ax (Alessandro Aleotti, 1972) e Dj Jad (Luca Perrini, 1966). Si incontrano nel 1990 ad una festa hip-hop, Alessandro scriveva testi rap, Luca faceva il dj, e si piacciono immediatamente. Il nome della formazione, Articolo 31, fa riferimento all’omonimo articolo della legge irlandese che regola la libertà di espressione, e dell’espressione libera i due hanno fatto un marchio che li identifica.

Nel 1993 esce il primo album, “Strade Di Città”, che vende 60.000 copie (cifra record per un gruppo italiano di hip-hop esordiente ) e arriva alle 920.000 copie vendute nel corso del tempo.
Segue nel 1994 “Messa Di Vespiri” (Messaggio, Divertimento, Spiritualità), che incorona gli Articolo 31 come la più solida e promettente realtà del panorama hip-hop in Italia; poco prima J.Ax fonda la Spaghetti Funk, da cui il nome dello stile di allora del duo milanese.

Il successo è strepitoso, come confermato dalla vittoria del Disco Per L’Estate decretata dal pubblico, che evidentemente apprezza e si diverte con J.Ax e Dj Jad.
Nel 1996 è la volta di “Così Com’E’”, primo album con la BMG Ricordi, che sfonda il tetto delle 500.000 copie e decreta il trionfo degli Articolo 31; ora i due non vengono più considerati un fenomeno di passaggio della musica italiana, ma una realtà solida e destinata a fare scuola. J.Ax e Dj Jad compiono una strepitosa tournèe nel 1996-97, vincono il Festivalbar e Vota La Voce, pubblicano l’home video “Così Come Siamo” per mostrare il loro volto di personaggi famosi eppure semplici, e poi “Articolo 31 Live”, live delle performance del duo hip-hop; intanto “Così Com’E’” viene pubblicato in Svizzera e in Germania, e le recensioni sono entusiastiche.

Ma gli Articolo sono lungi dal volersi montare la testa: nel 1998 esce “Nessuno”, anticipato dal singolo di traino “La Fidanzata”, bandiera dell’eclettismo e dell’innovazione di J.Ax e Dj Jad, che non esitano ad usare come base lo swing di Natalino Otto; registrato a New York, l’album diventa popolare anche negli Stati Uniti.
A fine 1999 è il turno di “Xchè Sì!”, e il millennio si chiude con un “Greatest Hits” dalle origini al 2000, che celebra i 7 anni storici del gruppo più in vista dell’hip-hop italiano.

Febbraio 2002: “Domani Smetto”, singolo di traino dell’omonimo album, che è Disco Di Platino.
Ma gli Articolo 31 non vogliono proprio smettere, e puntuale arriva il settimo album, “L’Italiano Medio”, preceduto dal singolo “La Mia Ragazza Mena”, consacrazione del cambiamento degli Articolo. Adesso il loro non è più solo hip hop: ai suoni della strada si sono aggiunti rock, punk e reggae.

Categories: Hip pop Musica Recensioni

Tagged as:

matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.