Menu Home

Muse – “The Resistance”

muse

Quinto album in studio per la rock band inglese, uscito questo settembre. È stato molto ben accolto dal pubblico ed ha infatti, subito scalato le classifiche, sia in Europa che in USA, battendo perfino il precedente “Black Holes and Revelations” che aveva raggiunto molto successo.

È stata a lungo discussa la possibilità di pubblicare un’ album più elettronico e anche meno convenzionale dei precedenti, il che a giudicare dalle critiche positive e dal buon responso dei fans, è stato un obbiettivo che hanno raggiunto con questo lavoro. “Uprising” è stato il primo singolo dell’album, ed è stato acclamato dalla rivista Rolling Stone, come un esempio di virtuosismo sia musicale, che vocale unico.

Ricordiamo che i Muse sono una band proveniente da Devon, insieme dagli anni Novanta. Il loro primo lavoroè stato “Showbiz” , seguito da “Origin of Simmetry” nel 2001, poi “Absolution” nel 2003, “Black Holes and Revelations” del 2006 ed ora “The Resistance”.

La loro particolarità è sicuramente la voce fantastica del cantante Matthew Bellamy, famoso per il suo canto vibrato e quasi sempre in un falsetto molto intenso. Questo conferisce immediata riconoscibilità alla loro musica. In “Black Holes and Revelations” citano spesso le influenze di vari generi musicali, provenienti da aree geografiche molto diverse tra loro, come il Sud Italia, la Croazia, l’Africa, la Turchia e altri posti, il che ha contribuito a dare all’album un suono alquanto misterioso.

Categories: Musica Recensioni Rock

Tagged as:

matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.