Menu Home

Le tue mani su di me – Antonello Venditti

le tue mani su di me

La canzone parla di un uomo che sembra aver scoperto cosa prova veramente la sua fidanzata. Non si amano sul serio, lo dicono solo così senza dargli il vero significato che ha. Lui sa che lei lo ha tradito o comunque non lo ama, quindi è difficile per lui chiamarla amore.

Quando sono soli, si toccano e uniscono i loro corpi per lui è molto difficile chiamarla amore. Lui sa di non amarla, vuole solo avere qualcuno a fianco. Sa che anche lei non lo ama e lo tradisce, pure se lo nega fermamente (le tue mani su di me, è difficile chiamarti amore. Quando basta aprire la finestra per capire un’altra verità).

Non riesce nemmeno a dirglielo perché lui non è un bugiardo, non dice le bugie e questa lo sarebbe. Non la ama perché sa che lei ha un altro (le tue mani su di me, è difficile chiamarti amore. Quando il mondo sta vivendo sul tuo corpo innamorato la sua vanità).

Lei è come una foglia che cade giù da un ramo e va a finire sull’asfalto e quindi morirà. E’ una cosa che non può prendere decisioni ne iniziative. Lei lo vorrebbe com’era prima, ma ormai l’ha tradito e niente sarà più uguale (una foglia stupida cade a caso sull’asfalto e se ne va. Una fabbrica occupata sulle nuvole e un fucile che rimpiange Waterloo).

Lei è un bambino e lui la madre: come quando il figlio chiede com’è nato e i genitori gli dicono che lo sa, lo stesso lui non le dice che lo ama apertamente. Il loro rapporto si sta frantumando e non importa che lei lo ami o no, ormai è finita tra loro (un bambino che domanda com’è nato, si risponde sorridendo che lo sa. Il bicchiere di cristallo sta cadendo, non amarmi non amarti non ti riuscirà).

Categories: Musica Pop Recensioni

Tagged as:

matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.