Menu Home

Ritorno al successo per Juanes: dopo “La Camisa Negra”, arriva “Odio Por Amor”

Dopo tanto tempo di silenzio (perlomeno in Italia), il Colombiano Juanes è tornato finalmente a darci dentro con la musica, lanciando nel giro di poche settimane due singoli che hanno riscosso discreto successo in tutte le classifiche musicali sia europee che americane: stiamo parlando di Odio Por Amor e Hoy Me Voy, brani tratti dall’album “La Vida Es Un Ratico Vivo”.

La prima in particolare è stata ai vertici delle classifiche dei singoli di lingua latina per diverse settimane, registrando in patria un vero e proprio boom, staccando di gran lunga artisti internazionali come Katy Perry, gli Oasis, Britney Spears e chi più ne ha più ne metta. Questa canzone, gli è valsa il titolo di personaggio dell’anno agli English Grammy 2008, premiato da diverse testate giornalistiche locali e non, anche per via dei successi raggiunti mediante i suoi concerti a Bogotà.

La canzone sembra un vero e proprio inno alla pace, in quanto il ritornello, cantato in bilingua, spagnolo e inglese, dice come sia “tempo di cambiare nella mente di tutti quanti l’odio e trasformarlo in amore!”. Una canzone che in tempi di conflitti in varie zone del pianeta non è passata inosservata ma è stata giustamente premiata e valorizzata dalla critica mondiale.

Compiuta la missione del ritorno al successo, Juanes non si è fermato, ma ha proposto subito un nuovo singolo (Hoy Me Voy) con la giovane ma già famosa cantante Colbie Caillat, 24enne statunitense nota per essere stata al vertice delle classifiche di iTunes col singolo Bubbly, e pagina più visitata di MySpace a soli 19 anni!

Per ultimo, quasi a voler far arrivare a destinazione il suo messaggio di pace il cantante colombiano si è presentato di fronte a 300 militari colombiani feriti (in seguito alla campagna di rimozione mine anti uomo in Colombia) per esibirsi in un mini concerto della durata di un’ora, nelle quali ha riproposto tutti i suoi successi, dai più vecchi fino agli ultimi usciti. Un successo a tutti gli effetti, per un cantante tornato alla ribalta dopo qualche anno di assenza.

Categories: Recensioni

Tagged as:

matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.