Menu Home

Marco Carta, vincitore 59° edizione del Festival di Sanremo

Vittoria meritata o no?

Il vincitore della cinquantanovesima edizione del Festival di Sanremo è stato Marco Carta, il ventiquattrenne Cagliaritano che ha concorso con la canzone “La Forza Mia” . anche quest’anno al Teatro dell’Ariston non sono mancati i colpi di scena a quanto pare anche se tutto sommato ci si aspettava un finale del genere dati i pronostici che davano appunto il cantante sardo come favorito con una percentuale del 26%, la più alta rispetto ai veri Big della musica italiana.

Per quanto riguarda gli altri vincitori invece, abbiamo per la sezione on line Ania, per la categoria dei giovani Arisa con “Sincerità”, per la categoria Big invece oltre all’ambito primo posto di Marco Carta si presenta in seconda posizione la discussa “Luca era gay” di Povia, e la terza classificata.

Questa vittoria ha portato una sorta di divisione tra il popolo italiano; quelli soddisfatti di questa scelta e i non. I fan di Carta ( e non pochi) lo hanno sostenuto fino all’ultimo nella gara canora televotandolo forse anche in maniera esagerata, ma non è tanto questo il fatto che ci lascia più perplessi.

Ciò che preoccupa è invece l’età delle fan che si presume sia una maggioranza di adolescenti e che in quanto tali non abbiano votato la bravura in sé del cantante, né per il significato forse un po’ banale del brano da lui interpretato, ma il personaggio pubblico.

Ha colpito molto, infatti, che artisti del calibro di Francesco Renga, Povia, Patty Pravo, Dolcenera e così via siano stati scartati, ripescati e messi da parte ancora. E non solo, oltretutto, il ritornello della canzone vincente ha una certa somiglianza con un altro brano del giovane Diego Gonzales ( attore e cantante latino) intitolato “Responde” il cui ritmo è tutto sommato quasi quello di Marco Carta.

Ma se da un lato è stato ‘etichettato’ come non meritevole dell’ambito premio del Festival, dall’altro ha ottenuto consensi e congratulazioni per questo gran successo. Infatti, parte della popolazione lo ritiene alla pari dei Big per il successo riscosso con i suoi dischi venduti all’attivo che si intitolano “Ti rincontrerò” e “In Concerto”. Insomma il giovane sardo con la sua canzone d’amore ha conquistato il popolo italiano più che la giuria stessa del Festival.

Ma quest’edizione di Sanremo non è stata del tutto un disastro, merito di Bonolis o no almeno hanno dato un po’ di valore le nuove proposte che oltre ad alzare l’audience hanno avuto un ampio spazio dedicato a loro. Ma rimane comunque il fatto che dopo aver vinto la settima edizione di “Amici”, aver conquistato un disco d’oro e aver firmato un contratto con la Warner, Marco Carta si è affermato vincendo il Festival della canzone italiana.

Giusto o no questi sono i fatti. Ce ne si farà una ragione? E chi lo sa?!

Categories: Musica Pop Recensioni

Tagged as:

matteo

1 reply

  1. mah, giusto dare spazio ai giovani, ma premiare un interprete mediocre solo perchè piace alle dodicenni mi pare un po’ eccessivo. ci sono giovani cantautori in Italia che meriterebbero molto di più, vedi per esempio Enrico Bicchi: almeno c’è la dimostrazione che il mercato musicale italiano offre qualcosa di meglio di Marco Carta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.