Menu Home

Say You’ll Haunt Me – Stone Sour

Molto prima del successo degli Slipknot, a Des Moines IOWA, lontano dal fervore musicale delle grandi città come Los Angeles e New York, nel 1992 si formò una giovane band chiamata “Stone Sour”.

Non avendo mai una line up definitiva e non trovando contratti discografici, il cantante Corey Taylor e il chitarrista James Root abbandonarono la band per unirsi agli Slipknot.
Così gli Stone Sour sembravano finiti, invece durante le pause tra un tour e l’altro degli Slipknot, la band ricominciò a produrre fino ad arrivare all’esordio nel 2000.

La band si colloca subito tra le più amate del pubblico metal, pesanti quanto basta, melodici e con un sound lontano dai “cugini” Slipknot si permettono di inserire negli album addirittura delle ballate.

Molto melodica e con tratti misti tra pop e new metal si presenta il loro singolo “Say You’ll Haunt Me” contenuto nell’ultimo album “Audio Secrecy”.
Una strofa molto “leggera” e cupa, costruita su un giro di basso e batteria molto efficace, si contrappone ad un ritornello travolgente carico di chitarre distorte.

Un assolo poco invadente probabilmente non piacerà ai puristi del metal, ma si incastra bene con l’intenzione del brano. Ciò che stona un po’ è il break con solo voce e basso, con quest’ultimo che ripete il giro della strofa, ma che con l’assenza della batteria è poco incisivo e ruba quasi la scena alla voce.

Un testo che non entusiasma per la scelta delle parole, un po’ troppo cantilenante e insipido, ma che tutto sommato ci può stare, ma che fa rimpiangere belle canzoni come “Throgh Glass”.

All’interno dell’album sono da tenere in considerazione “Digital (Did You Tell)” singolo uscito sul mercato inglese che mette in mostra il lato più “metal” della band americana.

[youtube]lcpvrY7r3n4[/youtube]

Categories: Musica Recensioni Rock

Tagged as:

matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.