Menu Home

Broken heart college…trl colpisce ancora

Na_Na_Na_BHC

E ci risiamo. Ancora una volta MTV e l’infausto programma TRL sono colpevoli della scalata al successo di una nuova formazione destinata alle solite ragazzine urlanti.

I Broken Heart College, infatti, sono gli autori dell’insopportabile tormentone Na Na Na (già il titolo è tutto un programma), che quest’estate accompagna la trasmissione TRL, un vero must televisivo per tutte quelle ragazzine che si divertono a strillare per tutte queste band prive di talento e originalità che ultimamente sembrano spuntare come funghi.

Ancora una volta, il duo in questione sembra il clone di tutta un’altra serie di band che in questi ultimi anni sono apparse sulla scena musicale, sia internazionale che italiana.

I due, tali Nick e Michy, affermano di rifarsi a modelli quali Blink 182 e Simple Plan ma più che altro dovrebbero precisare che a certa musica non ci si rifanno, la plagiano in pieno. Il brano che li ha resi famosi, Na Na Na, è il solito inno del tipico teenager scoraggiato e deluso dalla vita, una sorta di Welcome To My Life dei Simple Plan versione italiana.

Ma i Broken Heart College non si sono limitati a scopiazzare gli intenti di Bouvier e compagni, infatti il ritornello, quel fastidiosissimo na na na del titolo, sembra uscito direttamente da Shut Up, un altro dei brani appunto dei Simple Plan.

Nonostante tutto, plagio a parte, sembra proprio che i Broken Heart College non siano altro che i nuovi Finley, Tokio Hotel, Lost, insomma l’ennesima band sfornata per far soldi alle spalle delle ragazzine e per mandare avanti gente che non sa nemmeno dove stia di casa il talento, lasciando la vera buona musica italiana nell’ombra più nera e in letargo apparentemente senza fine, almeno per ora.

Categories: Musica Pop Recensioni

Tagged as:

matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.