Menu Home

Non provo più niente – Fabri Fibra

non provo più niente

“Non provo più niente” è un famoso pezzo del noto Fabri Fibra.
La canzone parla di un uomo che ha perso interesse per tutto. Questo di solito succede quando si prova di tutto e quindi la curiosità di scoprire svanisce. All’inizio si è euforici perché si prova una cosa nuova, ma dopo che l’ha provata non è più una novità e quindi si perde interesse.

Non ha voglia di mettersi a rimorchiare donne. Non ha più interesse per le macchine o per fare tanti soldi. Non ci trova più gusto (per il rap gli show le donne le macchine i soldi, non provo più niente).

Nemmeno per il calcio. I primi tempi che andava allo stadio lo vedevi esaltato come un bimbo di fronte a un gioco nuovo. Invece ora, dopo migliaia di volte che c’è andato, non prova nulla a sentire le urla dei tifosi e ai goal (per il goal la folla la curva la gente che urla, non provo più niente).

Anche quando passeggia per strada e si trova in mezzo a un grande folla non gli importa dei loro discorsi e litigate. E pure la tv ci mette del suo proponendoci sempre morti e violenze (quando giro quando giro quando giro, quando giro in mezzo alla gente. E dopo tutto il male che ho visto in tele ultimamente non provo più niente).

Non gli interessano più le ragazze tutte perfettine, anche se sono bellissime. Ne ha avute troppe cosi, non ci trova più gusto. Neanche per quelle che, per andare a letto con lui, vogliono un ritorno economico come il farsi pagare da bere. Non c’è molta differenza dalle prostitute (per le ragazze in tiro che pretendono di farmi godere, non sanno di niente. Quando ti guardano in faccia e aspettano che paghi da bere, non voglio più niente).

Ma non è che non prova più niente del tutto. Quando sente parlare di pedofilia, quante persone sono in galera perché hanno commesso dei reati (le denunce ai preti che peccano e toccano e scappano e shockano e scattano, manette per tutti li vogliamo distrutti).

Però la vita non è solo questo. Ci sono anche tante cose belle ma, soprattutto la tv, ci propongono solo violenze e solo le cose brutte che succedono (ci raccontano i fatti più brutti, gli indizzi i ricatti tu guardi e li sfrutti e un domani. Poi magari ti butti).

Cosi le persone non si sentono al sicuro, escono di casa con la paura di essere rapinati sequestrati o stuprati (non mi sento protetto in questo mondo violento, almeno datemi un tetto).

Categories: Hip pop Musica Recensioni

Tagged as:

matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.