Menu Home

La cucina casareccia de roma dei Radici nel Cemento

la cucina casareccia di roma

Il raggae si intrufola tra i fori e il colosseo e arriva fino a tavola. Un’ennesima prova di abilità del gruppo romano con questa canzone che vuole esaltare le capacità culinarie delle massaie della capitale. Una serie di strofe si susseguono a grande rapidità, presentando un menù goloso e ricco di varietà.

Un piacevole apprezzamento a qualcosa che piano piano sembra perdere importanza ma che in qualche modo dovrebbe importarci: la cucina tradizionale. Una piccola denuncia di una società che cambia e se prima c’erano le madri abili in cucina, ora troviamo le nonne. Tuttavia, è estraneo un qualsiasi tipo di messaggio di recupero.

Come loro solito, la musica è un divertimento, un modo per rapportarsi con il pubblico in un dialogo più o meno diretto. Le loro canzoni, e questa non fa eccezione, trovano spunto nel quotidiano, nelle vicende di secondo piano, anche dal gossip. Ma non è forse questo di cui si chiacchiera molto spesso con le persone che ci circondano?

Il ritmo è puramente raggae e con i suoi toni accesi, allegri e accattivanti, i Radici nel Cemento ci dimostrano come per loro la cucina romana sia la più buona der monno! Questa volontà di cantare il proprio territorio in forme nuove, con punti di vista originali e le sue tradizioni, anche quelle culinarie, ci fa sorridere bonariamente e ci sorprende.

Il testo è ben costruito e ha una forte unitarietà: ad ogni strofa sembra quasi si canti di occasioni familiari, di prove culinarie personali o di semplici esperienza accadute qua e là tra le tante osterie di Roma. Vi sfido a tenere il conto dei piatti elencati in questa canzone e a provare quelli non ancora assaggiati!

Categories: Hip pop Musica Recensioni

Tagged as:

matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.