Menu Home

Slayer – “World Painted Blood”

slayer

Disco di ritorno degli Slayer, anche se è uscito quasi in sordina, senza alcun tipo di pubblicità. È capitato a sorpresa anche per i fans della band. Il singolo di presentazione del lavoro è stato “Hate Worldwide”.

La qualità della produzione è molto alta, anche se di grandi novità nella loro musica non c’è ne sono. Al di là dell’importanza storica di questa band, continuano su una formula ben collaudata che non gli fa perdere però, l’ammirazione di schiere di fedeli.

La sonorità di questo album è molto particolare, il suono è “sporco”, il che è un andare controcorrente, adesso, dove tutti sono propensi ad una mega pulizia sonora. Devo dire che questo è un fatto che non dispiace per niente. La voce di Araya e potente come sempre, accompagnata dalla loro tipica melodia violenta, sono insomma tornati in formissima.

Qualche nota storica per chi non li conoscesse; esponenti illustri del cosidetto “trash metal”, corrente dalla quale è poi nato il “death metal”. Si sono formati ad L.A. nel 1981. Tratti distintivi della loro musica è la velocità, gli assoli complessi e caotici. La popolarità mondiale la raggiunsero con il terzo album “Reign in Blood”, il che li fece prendere delle decisioni stilistiche che portano avanti tuttora.

Sono stati spesso accusati per gli argomenti che trattano nei testi; violenza, satanismo, razzismo.., e per ciò sono sempre al centro di qualche polemica o chiamata in giudizio. “Angel of Death”, grande hit, è però stata giudicata una canzone antisemita.

Categories: Musica Recensioni Rock

Tagged as:

matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.