Menu Home

La paranza – Daniele Silvestri

La paranza, famoso pezzo di Daniele Silvestri, uscì il 27 febbraio 2007 all’interno dell’album “il latitante”. Arrivò quarto al Festival di Sanremo 2007, dopo “ti regalerò una rosa” (Cristicchi), “nel perdono” (Albano) e “schiavo d’amore” (Mazzocchetti). Il ritmo allegro con all’interno il pop mischiata alla musica latina, l’hanno resa un vero e proprio tormentone.

Porta l’etichetta della Sony BMG e il produttore è il grande Enzo Miceli. Per quanto riguarda il titolo e si va a cercare il significato del nome “paranza” sul vocabolario, vi si trova la seguente definizione: “grossa barca, un tempo a vela latina, oggi a motore, usata per la pesca a strascico oppure rete da pesca a strascico, trainata da una o due paranze”.

Sul dizionario “De Mauro” sotto la voce “paranza” si trova che nel gergo della camorra napoletana la paranza è un gruppo di camorristi. Io reputo attendibili entrambe le interpretazioni. Infatti, per quanto riguarda la barca da pesca, è una metafora per dire che i personaggi della canzone raccolgono quello che capita per tirare avanti. Invece per i camorristi, i protagonisti possono essere ricercati perché mafiosi.

Tornando al brano in se, parla del fatto che ormai si affrontano i problemi con superficialità, si legge cosa capita nel mondo senza capire realmente cosa c’è scritto. Ci danno un insieme di notizie, tutte insieme, e noi le mangiamo come poi si mangiano i pesce pescati. Facciamo tutto questo senza il minimo sentimento, senza gustarne la vera essenza.

[youtube]TxVsU0TCAEk[/youtube]

Categories: Musica Pop Recensioni

Tagged as:

matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.