Menu Home

Sparatevi un colpo dei No Relax

La band dei No relax, formata da Joxemi degli Ska-p e la cantante delle Bambole di Pezza, è da pochi anni comparsa in circolazione. Uno dei loro pezzi da segnalare potrebbe essere “Sparatevi un colpo”, estratto dal CD “Gridalo!” del 2004; il CD è quasi completamente in italiano rispetto al successivo “Virus de rebelion” (anno 2006) che al contrario è soprattutto in lingua spagnola.

Spesso i temi dei No Relax si concentrano sull’ambiente, sulla società e sull’economia: vorrebbero in qualche modo sensibilizzare l’ascoltatore (come in “Superacqua”, dove si parla di quando l’acqua sarà esaurita), sollecitarlo a cercare di cambiare qualcosa nel proprio piccolo o addirittura istigarlo a prendere, in certi casi, precauzioni che possono proteggerlo da eventuali delusioni, dal campo lavorativo a quello amoroso (vedi “Buonanotte” e “Continuerò”, sempre contenute in “Gridalo!”.

Il testo di “Sparatevi un colpo”, per esempio, dà un’occhiata alla nostra società, ed in particolare al rapporto che purtroppo la maggior parte delle “signorine”mantengono nei suoi confronti. Ciò che riferiscono in effetti rispecchia appieno la realtà: ragazzine che come unica ambizione hanno quella di apparire in tv nei panni di “velina” o “letterina” (per poi ovviamente fare il secondo passo: incastrare un uomo ricco, meglio se un calciatore, ovvio!), “pronte a calarsi reggiseno e slip” pur di ottenere la fama ed apparire, che frequentano i locali più “in” (si sa mai che qualcuno le noti!) e che, tristemente, fanno di tutto ciò la loro unica ragione per la quale vivere.

La moda e i soldi, ovviamente, vengono ritenuti i primi colpevoli, anche se non si possono assolutamente tralasciare gli show che ogni giorno vengono proiettati nelle nostre case (come dicono loro: “one for the money, two for the show!”).

Sostanzialmente la parola chiave è apparenza: come devi essere, cosa devi fare, cosa devi comprare, dove devi andare. Sostanzialmente, l’obbiettivo è appunto di invitare gentilmente chiunque si basi su questo principio ad aprire gli occhi: non ci riesci? Allora sparati sto colpo!

Categories: Alternative Musica Recensioni

Tagged as:

matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.