Menu Home

You oughta know – Alanis Morissette

yououghtaknow

Ti voglio far sapere che sono felice per te, auguro solo il bene ad entrambi”.
Con questa frase iniziale, Alanis Morissette sembra davvero serena, nonostante si sia da poco conclusa la storia col ragazzo a cui si sta rivolgendo.
Solo pochi istanti per capire che si tratta invece di una specie di “quiete prima della tempesta”.
Difatti dal tono mesto dell’inizio, si passa ad uno più dinamico, per poi diventare aggressivo.
Sintomo che la fine della storia non le è proprio andata giù.

Cerca di capire se la sua nuova fiamma non è altro che una vecchia versione sua: cioè se è “pervertita” quanto lei o se gli fa li stessi “giochini”. Vuol sapere se lui la considera una buona madre per i suoi futuri figli. Si pone una serie di interrogativi…a cui non vuole davvero una risposta. Li pone solo perché non si capacita che lui l’abbia lasciata per un’altra … a cui si sente superiore.

Una Alanis rancorosa, gli ricorda che lui le aveva promesso amore fino alla morte…ma lui è ancora vivo! E’ intenta a ricordagli il casino che ha lasciato in lei quando se ne è andato; lo deve sapere! Mentre lui sembra sereno e tutte le cose gli vanno bene, lo stesso non accade per Alanis.
Se il “signor duplice” si è dimenticato di lei, per lei non è la stessa cosa. Anche perché ha saputo solo durante una cena della sua “sostituzione” con un’altra.

Così non si capacita: si chiede se durante i rapporti lui si ricorda ancora di lei.
Si augura che lui senta quando lei fa scorrere le sue unghie lungo la schiena di un altro uomo.
Sarebbe una sorta di vendetta. Sicuramente Alanis non è il tipo che si tiene tutto dentro.
Quando ci sono delle cose da dire (specie quelle che non vanno) le dice tutte…e si fa pure sentire!! Questa è la reazione della persona ferita, lasciata, tradita e umiliata..che però non vuole risultare la parte debole…e ne canta quattro ( in tutti i sensi)!!

Se volete cantare anche voi insieme ad Alanis ( perché vi rispecchiate in questa situazione o solo perché vi piace la sua grinta e la canzone), il brano è contenuto all’interno dell’album “Jagged little pill”.

Categories: Musica Recensioni

Tagged as:

matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.